Pillole di Cost Management Vol.3

ELETTRICITA’, fatturazione e lettura

La lettura deve essere fatta almeno una volta all'anno per i clienti con potenza impegnata di almeno 30 kW (le utenze domestiche), e almeno una volta al mese per i clienti con potenza impegnata superiore. L'esercente deve mettere a disposizione del cliente l'autolettura, altrimenti deve garantire almeno 2 tentativi di lettura l’anno. Questo obbligo non c’è se l’esercente usa la telelettura: un sistema che consente di leggere in tempo reale i consumi del cliente.

Peri clienti con un prodotto domestico, le fatture devono essere emesse almeno ogni 2 mesi, e il conguaglio una volta l'anno. La fattura deve riportare la data di emissione e quella di scadenza (non prima di 20 giorni dall'emissione). La bolletta va pagata entro la data di scadenza, valgono le stesse regole previste per le bollette del gas. Per quanto riguarda la sospensione della fornitura, anche per l'energia elettrica vige l'obbligo di informare il cliente con raccomandata, come per il gas. La fornitura non può essere sospesa quando:

  • la fattura è stata pagata ma non ne è arrivata comunicazione all'esercente per causa non imputabile al cliente;

  • il cliente non è stato sollecitato con la raccomandata di cui sopra;

  • l'importo non pagato è inferiore o uguale al deposito cauzionale;

  • nei giorni di venerdì, sabato e festivi;

  • se l'elettricità alimenta apparati di cura (respiratori, ecc.)

  • per cause non scritte nel contratto;

  • in presenza di un reclamo scritto riguardante il malfunzionamento del contatore;

  • in caso di mancata sottoscrizione del contratto di vendita.

L'impresa può invece distaccare la fornitura senza preavviso in due casi:

  1. per furto di energia elettrica;

  2. per cause di pericolo oggettivo.

L'impresa deve inoltre concedere la rateizzazione quando la bolletta di conguaglio supera del 150% la media delle bollette di acconto, oppure quando, a seguito di guasto del contatore, il cliente deve pagare per consumi non misurati in precedenza. Non sono rateizzabili le fatture pari o inferiori ad € 25,82. Il cliente ha diritto ad essere informato, in bolletta, della possibilità di chiedere la rateizzazione. La rateizzazione va chiesta entro la scadenza della fattura. Secondo una recente delibera dell'Autorità, il numero di rate deve essere pari al numero di fatture in acconto ricevute prima del conguaglio, comunque non meno di due. A differenza di quanto accade per il settore del gas, le rate non sono cumulabili ed hanno una periodicità uguale a quella di fatturazione:

  • quindi, se la bolletta arriva a casa ogni due mesi, le rate non possono essere mensili ma bimestrali;

  • deposito cauzionale Per i clienti che non pagano tramite domiciliazione bancaria o carta di credito, l'esercente può chiedere ai clienti;

  • domestici un deposito cauzionale pari a 5,16 euro per ogni KW impegnato.

Consigli

  1. Per tenere sempre monitorati i consumi riporta i dati della fattura e copiali su un foglio Excel, così si può monitorare la costanza e l’andamento.

  2. Un’abitazione con 2 persone consuma circi 1200/1400 kwh anno (100/120 kwh mese), se i valori sono drasticamente più alti è meglio monitorare e approfondire con consulenti ed elettricisti.

  3. Come determinare il prezzo medio - KWh : Euro addebitati per quota commerciale energie questo permetta di capire se il prezzo è allineato alla media di mercato.





2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti